Movimento 5 Stelle a PANTELLERIA

Il Programma Politico

Vincenzo Campo Sindaco

Per il programma completo CLICCA QUI

Il nostro programma è frutto di un proficuo lavoro in team con il costante contatto con i nostri portavoce nell’Assemblea Regionale Siciliana, al Parlamento Nazionale e al Parlamento Europeo, sempre in prima linea nella tutela degli interessi della nostra comunità.

Il nostro impegno ed il nostro attivismo ci hanno consentito di poter comprendere e capire realmente quali siano le problematiche che attanagliano la nostra isola e cercare di dare delle risposte concrete.

Le risposte che vorremmo dare le troviamo nelle più di 40 pagine di programma che raccolgono proposte ponderate, discusse, pensate in questi anni di attivismo sul territorio. Un lavoro in team che ci rende consapevoli delle grosse responsabilità che bisognerà assumersi per amministrare Pantelleria ma allo stesso tempo ci fa dire che siamo l’unica forza politica del territorio che potrà dar corso a tutte le nostre proposte perché siamo privi di legami affaristici e con le mani libere per svolgere un lavoro duro che sarà un onore portare a termine nella prossima legislatura e oltre.

Nel programma parliamo di Zona Franca Extra-Doganale per il rilancio dell’isola, dopo che è stata bellamente insabbiata in Commissione nel DDL Isole Minori dall’ottobre 2016 ad opera di quelle stesse formazioni politiche che oggi la presentano impunemente nei loro programmi elettorali o slogan. Nell’attesa vorremmo capire, attraverso un’indagine conoscitiva, anche con l’istituzione di una commissione consiliare d’inchiesta, i motivi dell’elevato prezzo dei carburanti, delle bombole del gas e delle utenze che contribuiscono a soffocare la nostra economia.

Pretenderemo che nei trasporti vengano rispettati i contratti in essere con le compagnie che si occupano dei collegamenti aerei e navali. Le nostre proposte culturali e turistiche consentiranno, attraverso un aumento delle presenze sull’isola, anche un abbassamento delle tariffe che chiederemo ufficialmente fin da subito.

Il diritto alla salute deve essere garantito come qualsiasi cittadino italiano sollecitando le istituzioni di razionalizzare i costi al fine di poter valorizzare la nostra struttura ospedaliera (Ospele di frontiera). Nel 2014 sono stati spesi per il servizio di elisoccorso su Pantelleria euro 22.585.066,34 a carico del Fondo Sanitario Nazionale. A noi i conti non tornano.

La valorizzazione di ogni forma di cultura pantesca è prioritaria nella nostra idea progettuale; I circoli e le associazioni devono avere un ruolo fondamentale nella crescita culturale e civica del nostro territorio.

Non possiamo ignorare le esigue risorse che la passata amministrazione ha stanziato per la promozione turistica, delegando agli imprenditori del settore tutto il peso di una promozione territoriale che deve essere fatta da un’amministrazione lungimirante e non miope.

I nostri ragazzi non devono rimanere soli, senza un futuro in questa terra. Dobbiamo sforzarci di qualificare le risorse umane affinché possano restare sull’isola potendo contare su un reddito dignitoso……; non possiamo nemmeno non considerare che la nostra isola è una terra di vento e di sole, che in altri posti del mondo generano ricchezza e soprattutto energia elettrica mentre noi invece continuiamo a produrla con dei generatori a gasolio; pertanto è un nostro obiettivo poter iniziare una seria riconversione energetica.

Per il rilancio economico formuliamo una serie di proposte che abbracciano i settori principali della nostra isola, l’agricoltura, il turismo, l’edilizia e il commercio e che passano dalla costituzione del marchio De.Co, alla rivalutazione e manutenzione dei siti turistici ed archeologici, senza dimenticare che prioritario sarà la nostra presenza costante affianco agli agricoltori eroici che non devono svendere la loro dignità per gli interessi di pochi imprenditori del vino che mortificano il lavoro della terra per garantirsi i profitti sfruttando il nome di Pantelleria.

La Casa comunale deve essere casa di tutti e non una fortezza inespugnabile di chi governa. Tutti i cittadini devono diventare protagonisti delle scelte amministrative e devono avere tutti gli strumenti per poter intervenire e proporre atti di indirizzo politico; i cittadini devono essere messi in condizione di essere costantemente informati sulle attività dell’ amministrazione. Sarà nostro compito eliminare eventuali centri di potere che esistono o si potranno creare. Applicazione costante delle disposizioni per la prevenzione e la repressione della corruzione e dell’illegalità nella Pubblica Amministrazione. Lavoreremo per aumentare la soddisfazione dei cittadini nella fruizione dei servizi comunali con l’introduzione delle certificazioni di qualità. Federalismo demaniale e baratto amministrativo consentiranno di valorizzare ancor di più il nostro territorio ma, allo stesso tempo produrranno maggiori entrate dando la possibilità a tutti i Cittadini di assolvere il pagamento delle imposte locali.

Il sindaco quale “reale” autorità locale di Pubblica Sicurezza ed in prima linea nella lotta di quei reati che deteriorano il tessuto sociale e fanno tanto male ai nostri giovani.

Infine non possiamo non parlare del Parco Nazionale. Il Movimento 5 Stelle è stata l’unica forza politica che con atti istituzionali parlamentari, con comunicati, con tutti gli strumenti democratici a nostra disposizione ha cercato di mettere freno ad una deriva autoritaria inaccettabile. Non lo abbiamo fatto con chiacchiere da bar ma seriamente. Sarà fondamentale la condivisione con tutti i cittadini, noi ascolteremo tutti i cittadini. I primi passi di questo parco ci hanno lasciato non poco sconcertati. Compito della nostra amministrazione sarà quello di poter intimare l’Ente Parco di dare voce ai cittadini creando un percorso partecipato nella scrittura delle regole.

Questi sono in estrema sintesi i punti del nostro programma, che troverete in versione integrate sul nostro sito, sui canali di comunicazione e presso la nostra sede.

Avremo modo di confrontarci nei vari incontri e banchetti che organizzeremo per questa campagna elettorale.

Per il resto non rimane che sperare che tutti i panteschi abbiano la voglia, una volta per tutte, di ribaltare il tavolo che finora è stato “garmato” per i soliti noti che da più di 20 anni hanno governato l’isola con i risultati che sono sotto gli occhi di tutti. Il vantaggio competitivo in una eventuale amministrazione del territorio rispetto ai soliti noti è importantissimo. Un terzo (335) del Parlamento Nazionale è pentastellato, 20 deputati all’Assemblea Regionale Siciliana ed i nostri portavoce hanno più volte dimostrato che ci tengono alla nostra isola (non vengono per raccattare voti). Non perdiamo quest’occasione.

 

Iscriviti al blog tramite e-mail

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a questo blog, e ricevere via e-mail le notifiche di nuovi post.